La Biblioteca degli Oggetti

Porta un oggetto in condivisione e prendi in prestito quello che ti serve dalla Biblioteca degli Oggetti !

Facciamo parte della Rete Nazionale delle Biblioteche degli Oggetti che renderà la condivisione un movimento nazionale.

Il servizio grazie al quale:

Risparmi

Non compri oggetti che useresti una volta l’anno (es. un set da fonduta, un aquilone).

Provi gli oggetti nell’ottica di un acquisto mirato (es. un drone, uno skateboard)

Utilizzi a pieno gli oggetti

In media utilizziamo un trapano solo 13 minuti nell’arco della nostra vita.

Condividendolo, gli diamo il valore che perderebbe con un utilizzo sporadico.

Riduci la tua impronta ecologica

Se non acquisti prodotti nuovi riduci la quantità di oggetti da produrre e di rifiuti da smaltire.

Inoltre, se la risorsa ha avuto un utilizzo quasi nullo, lo smaltimento è 100 volte più d’impatto.

Sperimenti abbondanza grazie alla condivisione

Aiutandoci reciprocamente costruiamo una rete solidale dove diventiamo i fortunati estratti che hanno accesso a risorse di ogni genere!

Inoltre, gli oggetti che condividi restano di tua proprietà!

Come funziona:

› Ti invitiamo a puntare in alto con la qualità degli oggetti!
Chiediti: “Che cosa mi piacerebbe trovare?”

› Se metti 2/3/4… oggetti in condivisione, potrai prenotarne e prenderne in prestito 2/3/4… alla volta!

Questi due fattori sono essenziali per rendere entusiasmante l’esperienza della Biblioteca degli Oggetti.

Non si possono mettere in condivisione:
– oggetti di uso quotidiano (es: posate, vestiti non tecnici, bigiotteria, oggetti personali;
– beni di consumo (es: guanti da lavoro, vernici, cibo, detersivi);
– armi;
– oggetti ingombranti e difficili da trasportare.

Per consultare la lista degli oggetti consigliati, clicca qui!

Qui controlleremo le condizioni generali e lo stato di funzionamento degli
oggetti per poi inserirli nel catalogo online.

› L’oggetto resta comunque di tua proprietà.

La durata della condivisione è di un anno, al termine del quale potrai
scegliere se rinnovare l’iscrizione o riprendere l’oggetto.

Per qualsiasi dubbio, contattaci!

Ci serve la tua firma quindi l’iscrizione all’associazione può avvenire unicamente in sede e comporta l’accettazione dello statuto e del regolamento in ogni loro parte.

Il servizio si attiva solo dopo aver portato almeno un oggetto in condivisione.

La quota associativa è di 25 euro all’anno.

Vai al Catalogo degli oggetti

Clicca su “Accedi e prenota”

Per il primo accesso dovrai cliccare su “Hai dimenticato la password? Recupera”, seguendo la procedura e inserendo la stessa e-mail che hai indicato in fase di iscrizione all’associazione.

La prenotazione va effettuata online dal tuo profilo personale del Catalogo degli oggetti.

Ricordati che puoi prenotare tanti oggetti quanti ne hai portati in condivisione!

Attenzione! Se non passi a ritirare gli oggetti nel giorno scelto, la prenotazione viene considerata nulla e gli oggetti tornano ad essere disponibili.

La durata del prestito è di un mese, rinnovabile per un ulteriore mese.

Gli oggetti per neonati possono essere tenuti in prestito fino a 6 mesi, non rinnovabili.

La riconsegna deve avvenire entro il tempo stabilito, oltre il quale ci si impegna a donare 2€ per ogni giorno di ritardo.

L’oggetto deve essere utilizzato esclusivamente dal socio e non potrà essere ceduto, prestato o noleggiato.


Per rinnovare il servizio di condivisione vieni a trovarci in 
sede nei giorni e orari indicati in calce.

Proviamo anche con i numeri

L’esempio è intenzionalmente costruito su risorse di valore perché sono esattamente quelle a cui vuoi avere accesso tu… ti conosco… 🙂

approx 150 €
approx 100 €
approx 120 €
approx 50 €
approx 80 €
Il valore totale è di 500 euro !!
Stiamo parlando di solo 5 risorse e contiamo di arrivare ad almeno 100 associati (quindi almeno 100 oggetti) nel primo anno di vita dell’associazione!
Solo 25 euro
per diventare socio ATPiCO ed accedere ad un valore ben più alto e sempre crescente.
N.B. La nostra è un’Associazione no profit quindi l’ utile prodotto viene totalmente reinvestito per migliorare e diffondere l’esperienza della condivisione (e molto altro ancora…)